Come funziona

Dopo un lungo percorso, che di passaggio in passaggio ha progressivamente superato il tradizionale divieto di esercitare le professioni in forma societaria, il legislatore, prima con l’art.10 comma 3 della legge n.183/2011 che ha espressamente previsto “la costituzione di societa’ per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico secondo i modelli societari regolati dai titoli V, VI del libro v del codice civile” , poi con il d.m. 34/2013, che ha regolamentato contenuti, criteri,eventuali cause di incompatibilita’ e paletti per la costituzione delle stesse e per l’esercizio delle professioni in forma di societa’, ha definitivamente delineato il quadro legislativo di riferimento”;

E’ stata inoltre prevista la possibilità di costituire STP miste mediante l’ingresso nella compagine societaria anche di soci non professionisti, ovvero di soci finanziatori oltreché la possibilità di costituire STP tra professionisti rientranti in categorie ordinistiche diverse.

E’ stato chiarito definitivamente, mediante risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate, la natura del reddito prodotto dalle stesse. E’ stata previsto inoltre il sotto-tipo della Società tra Avvocati